Salta la navigazione
Landesregierung ‒ Autonome Provinz Bozen - Südtirol
Amministrazione
Provincia Bolzano
in lingua facile
Informationen in Leichter Sprache

50 anni del Secondo statuto d'autonomia

Mostra sui 50 anni dell’autonomia in Alto Adige.

La Provincia Autonoma di Bolzano.
Un altro nome della Provincia di Bolzano è: Alto Adige.

La Provincia Autonoma di Bolzano fa parte dell’Italia.
Essere autonomi significa:
decidere da soli.
Le persone possono prendere da sole
le decisioni importanti per la loro vita.
Per esempio:
•  Io voglio fare questo lavoro.
•  Io voglio vivere in questo modo.
Anche una provincia può essere autonoma.
Allora questa provincia può decidere molte cose da sola.
Allora questa provincia è una provincia autonoma.
In Italia ci sono tante regioni.
La Regione Trentino-Alto Adige è una regione autonoma.
Una regione autonoma ha dei diritti speciali
e può fare molte leggi da sola.
Le regioni in Italia hanno diverse province.
Una provincia è una parte di una regione.
La Regione Autonoma Trentino-Alto Adige ha 2 province:

Anche le provincie autonome hanno dei diritti speciali
e possono fare molte leggi da sole.

Dal 1972 la Provincia di Bolzano può prendere molte decisioni da sola.
Quest'anno festeggiamo i 50 anni dell'autonomia.
La Provincia di Bolzano può fare da sola le sue leggi in molti campi.

Per esempio in questi campi:


Ci sono anche alcuni campi in cui la Provincia di Bolzano
può prendere solo poche decisioni da sola.
Questi campi sono:


E ci sono anche dei campi in cui l’Italia prende tutte le decisioni.
In questi campi quindi tutte le leggi vengono fatte dall’Italia.
Per esempio in questi campi:


Questo anno ci sono anche tante feste e mostre sull’autonomia dell’Alto Adige.
Qui Lei trova un programma in lingua difficile con tutte le feste.

 

Per la Provincia di Bolzano l’autonomia è molto importante.
Infatti grazie alla sua autonomia la Provincia di Bolzano
può decidere molte cose da sola.
E la Provincia può stabilire da sola molti dei suoi obiettivi.

Per esempio la Provincia usa la sua autonomia
per fare molte cose importanti per le persone in Alto Adige:

  • L’autonomia serve per proteggere la cultura delle persone
    che vivono in Alto Adige.
    E l’autonomia serve per proteggere molti usi e costumi
    dell’Alto Adige.
    Cultura e usi e costumi sono per esempio:
    • Teatro.
    • Musei.
    • Feste.
    • Bande musicali.
  • L’autonomia serve per proteggere le minoranze linguistiche.
    Minoranza linguistica significa:
    solo poche persone parlano queste lingue in uno Stato.
    Per esempio:
    in Italia solo poche persone parlano in tedesco e in ladino.
    Per questo in Italia chi parla tedesco e ladino
    fa parte di una minoranza linguistica.
    L’autonomia serve quindi anche per proteggere
    la lingua tedesca e la lingua ladina.
  • In Alto Adige ci sono 3 lingue ufficiali:
    • Tedesco.
    • Ladino.
    • E italiano.

In Alto Adige queste 3 lingue sono ugualmente importanti.
E le persone quando vanno negli uffici e nei servizi pubblici
devono poter parlare nella loro madre·lingua.
Per esempio:
negli uffici della Provincia di Bolzano e dei comuni.
E anche in tribunale le persone
devono poter parlare nella loro madre·lingua.
In Val Gardena e in Val Badia le persone negli uffici
e nei servizi pubblici devono poter parlare in ladino.

  • In Alto Adige tutti i luoghi devono avere nomi tedeschi e italiani.
    In Val Gardena e in Val Badia i luoghi
    devono avere anche nomi ladini.
    Per esempio:
    Tedesco: Sankt Ulrich.
    Italiano: Ortisei.
    Ladino: Urtijei.
  • Ci devono essere scuole dell’infanzia e scuole
    in tutte le lingue ufficiali dell’Alto Adige.
    In Alto Adige ci sono quindi:
    • Scuole dell’infanzia e scuole tedesche.
    • Scuole dell’infanzia e scuole italiane.
    • E scuole dell’infanzia e scuole ladine.

I genitori possono decidere in quali scuole dell’infanzia e scuole
mandare i bambini.
Nelle scuole bambini e ragazzi imparano:
o Il tedesco.
o E l’italiano.
o E in Val Gardena e in Val Badia i bambini
o e i ragazzi imparano anche il ladino.

Le 3 lingue ufficiali dell’Alto Adige.

Perché tante persone in Alto Adige parlano tedesco?
Più di cento anni fa l’Alto Adige faceva parte dell’Austria.
Quindi l’Alto Adige non era parte dell’Italia.
E quasi tutti in Alto Adige parlavano tedesco.
Per questo anche oggi tante persone in Alto Adige parlano tedesco.

Com’è diventato parte dell’Italia l’Alto Adige?
Più di cento anni fa c’è stata una guerra terribile in tanti paesi.
Questa guerra si chiama: prima guerra mondiale.
Anche l’Italia era in guerra.
E anche l’Austria era in guerra.
La guerra è durata 4 anni.
E in questa guerra moltissime persone sono morte.

Nella prima guerra mondiale l’Italia ha combattuto
insieme alla Francia e alla Gran Bretagna.
L’Italia ha fatto un accordo con questi Paesi:
Vinciamo la guerra?
Allora alla fine della guerra l’Alto Adige
deve diventare parte dell’Italia.
L’Italia e i suoi alleati hanno vinto quella guerra.
Per questo adesso l’Alto Adige fa parte dell’Italia.
Poco dopo la fine della prima guerra mondiale
l’Italia è diventata una dittatura.
In una dittatura decide tutto una sola persona.
Questa persona si chiama: dittatore.
Il dittatore decide tutto da solo.
E tutte le altre persone non possono decidere niente.
In Italia il dittatore si chiamava Benito Mussolini.
Benito Mussolini ha deciso:
L’Alto Adige deve diventare italiano.
Le persone in Alto Adige devono parlare solo in italiano.
Per questo allora in Alto Adige molte cose sono state vietate.
Per esempio:

  • La lingua tedesca.
  • Le scuole tedesche.
  • E i nomi tedeschi dei luoghi.

Per questo le persone in Alto Adige parlavano tedesco solo di nascosto.
Perché le persone avevano paura.

Cosa sono le opzioni?
Nel 1938 l’Austria era diventata parte della Germania.
Anche in Germania decideva tutto un dittatore.
In Germania il dittatore si chiamava Adolf Hitler.
Hitler e Mussolini hanno detto:
Le persone in Alto Adige devono scegliere
se vogliono essere tedesche o italiane.
Questa scelta si chiamava: opzione.
Le persone potevano scegliere tra 2 possibilità:

  • Le persone lasciavano l’Alto Adige e andavano in Germania.
    Lì le persone potevano parlare tedesco.
  • O le persone rimanevano in Alto Adige.
    Ma allora queste persone potevano parlare solo in italiano.

Questa era una scelta molto difficile per le persone in Alto Adige.
Molte persone non volevano andare via dall’Alto Adige.
E queste persone volevano continuare a parlare tedesco e ladino.
Ma in Italia non lo potevano fare.
Per questo molte persone hanno deciso di andare in Germania.
E solo poche persone hanno deciso di rimanere in Alto Adige.
Ma nel 1939 è iniziata la seconda guerra mondiale.
Con l’inizio della guerra viaggiare era difficile.
Così molte persone non sono più riuscite ad andare via dall’Alto Adige.

Nel 1948 anche l’Italia e l’Alto Adige hanno fatto un accordo.
Questo accordo era il primo Statuto di autonomia.
Statuto di autonomia significa:
una regione o provincia diventa autonoma.
Allora questa regione o provincia può decidere molte cose da sola.
Statuto è un altro modo di dire: regole.
Le persone in Alto Adige e in Italia devono rispettare queste regole.
Nel primo Statuto di autonomia c’è scritto:
La Provincia di Trento e la Provincia di Bolzano
diventano insieme una regione.
Questa regione si chiama: Regione Autonoma Trentino-Alto Adige.
Una regione autonoma ha dei diritti speciali
e può fare molte leggi da sola.
Quindi la Regione Autonoma Trentino-Alto Adige
poteva prendere molte decisioni da sola.
E la Regione Autonoma Trentino-Alto Adige
doveva proteggere le minoranze linguistiche.
Ma le persone in Alto Adige non erano soddisfatte
del primo Statuto di autonomia.
Infatti in Trentino-Alto Adige tante persone parlavano l’italiano.
E la lingua tedesca e quella ladina venivano protette troppo poco.
Per questo le persone in Alto Adige non erano contente.

Bandiera della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige.

Via da Trento!
Nel 1957 c’è stata una grossa manifestazione a Castel Firmiano.
Tantissimi sudtirolesi di lingua tedesca sono venuti
a questa manifestazione.
I sudtirolesi sono gli abitanti dell’Alto Adige.
I sudtirolesi di lingua tedesca sono gli abitanti dell’Alto Adige
che parlano tedesco.
Anche tanti politici hanno partecipato alla manifestazione.
Anche il politico Silvius Magnago è venuto alla manifestazione.
E alla manifestazione Silvius Magnago ha detto:
Via da Trento!
L’Alto Adige ha bisogno di più autonomia.
Fare parte di una regione autonoma non basta.
L’Alto Adige deve diventare una provincia autonoma.
I sudtirolesi di lingua tedesca volevano più autonomia per l’Alto Adige.

Dal 1948 l’Alto Adige ha fatto molte trattative con l’Italia.
Fare una trattativa significa: cercare un accordo.
Infatti l’Alto Adige voleva più autonomia.
Così anche l’Austria e l’Italia hanno continuato a fare delle trattative.
Infatti dopo la seconda guerra mondiale
l’Austria si era impegnata a proteggere l’Alto Adige.
L’Italia e l’Austria dovevano quindi trovare una buona soluzione
per l’autonomia dell’Alto Adige.
Queste trattative sono durate tanti anni.

Il risultato delle trattative è il secondo Statuto di autonomia.
Il secondo Statuto di autonomia si chiama anche: il “Pacchetto”.
In questo “Pacchetto” le politiche e i politici
hanno scritto tutte le leggi sull’autonomia dell’Alto Adige.
Nel “Pacchetto” c’è scritto:
Queste leggi proteggono le persone di lingua tedesca e ladina
che vivono in Alto Adige.
Queste leggi proteggono la lingua tedesca e la lingua ladina.
E anche la lingua italiana è una lingua ufficiale in Alto Adige.
Il “Pacchetto” è molto importante
per tutte le persone che vivono in Alto Adige.
Nel 1972 l’Italia ha deciso:
All’Alto Adige viene dato il secondo Statuto di autonomia.
Con il secondo Statuto di autonomia
la vita delle persone in Alto Adige è migliorata.
Ma le politiche e i politici hanno completato il “Pacchetto”
appena nel 1992.
Nel “Pacchetto” c’è scritto
come deve funzionare l’autonomia in Alto Adige in futuro.

Due politici sono stati molto importanti per l’autonomia dell’Alto Adige:

  • Silvius Magnago.
  • E Alcide Berloffa.

Per questi 2 politici era importante:
tutte le persone in Alto Adige devono poter vivere bene insieme.

Silvius Magnago

Silvius Magnago è stato il Presidente della Provincia di Bolzano
per tanti anni.
Di Silvius Magnago le persone dicono ancora oggi:
Silvius Magnago è il padre dell’autonomia dell’Alto Adige.
Per Silvius Magnago l’autonomia dell’Alto Adige era molto importante.
Silvius Magnago è morto nel 2010.

Il secondo Statuto di autonomia continua a essere importante
per le persone in Alto Adige.
E l’autonomia dell’Alto Adige è importante anche per altri Paesi.
Infatti in Alto Adige altri Paesi possono vedere:
grazie all’autonomia diversi gruppi linguistici
possono vivere bene insieme nello stesso luogo.

Giovani in Piazza Silvius Magnago.

L’Alto Adige festeggia i 50 anni dell’autonomia.
Nel 2022 l’Alto Adige festeggia il secondo Statuto di autonomia.
Il secondo Statuto di autonomia c’è già da 50 anni.
Per questo c’è una mostra in Piazza Silvius Magnago.
La Piazza Silvius Magnago è a Bolzano davanti
alla Casa del Consiglio Provinciale e a 2 Palazzi Provinciali.
Alla mostra ci sono:

  • Testi sulla storia dell’Alto Adige.
  • Video di Silvius Magnago e altri sudtirolesi.
  • E tante altre immagini sull’Alto Adige.

 

Mostra sui 50 anni dell’autonomia in Alto Adige.