Salta la navigazione
Landesregierung ‒ Autonome Provinz Bozen - Südtirol
Amministrazione
Provincia Bolzano
in lingua facile
Informationen in Leichter Sprache

L’amministrazione di sostegno.

Un amministratore di sostegno dà sostegno a una persona
Un amministratore di sostegno dà sostegno a una persona.

Tutte le persone devono fare molte cose:


Le persone non possono fare queste cose da sole?
O hanno bisogno di essere accompagnate?
Allora queste persone possono fare domanda per avere un amministratore di sostegno.
Un amministratore di sostegno può essere una donna o un uomo.

Un amministratore di sostegno aiuta e dà sostegno a persone in difficoltà.
E le persone continuano a vivere in modo autonomo.
Essere amministratore di sostegno è un compito importante.
Per questo un amministratore di sostegno deve venire nominato da un giudice.
Nominare è un’altra parola per: scegliere.
Quindi solo un giudice può decidere: 
Adesso Lei è un amministratore di sostegno.
Da adesso in poi Lei deve dare sostegno a un’altra persona.
Lei prende insieme a questa persona decisioni importanti per la sua vita.

Spesso l’amministratore di sostegno è un famigliare.
Per esempio:

Anche altre persone possono essere amministratori di sostegno.
Le persone possono anche fare un corso
per imparare a fare l’amministratore di sostegno.
E poi queste persone possono fare meglio gli amministratori di sostegno.
Anche un avvocato o un medico può essere un amministratore di sostegno.

Solo un giudice tutelare può decidere:
questa persona deve avere un amministratore di sostegno.
I giudici tutelari lavorano in Tribunale.
Da adesso in poi nel testo c’è scritto: giudice.
Questi giudici conoscono bene molti temi.
Per esempio: Cosa fa un amministratore di sostegno?

 

Alcune persone non possono occuparsi di tutto da sole.
Queste persone possono avere problemi a usare i soldi.
O queste persone ricevono tante lettere e non sanno cosa fare.
O queste persone devono andare da tanti medici diversi.
O queste persone non riescono a organizzare tutto da sole.
Allora queste persone hanno bisogno di sostegno. 
Hanno diritto a un amministratore di sostegno:

  • Persone con malattie gravi.
  • Persone con disabilità.
  • Persone anziane con una malattia.


Per avere un amministratore di sostegno
le persone devono avere almeno 18 anni.
Un giovane ha una disabilità o una malattia grave?
E questa persona ha bisogno di un amministratore di sostegno 
subito quando fa 18 anni?
Allora i genitori possono fare la domanda già prima.
Per fare domanda il giovane deve avere almeno 17 anni.
Fare domanda per avere un amministratore di sostegno
è una cosa che dura un po’ di tempo.
Così poi quando il loro figlio o la loro figlia fa 18 anni 
ha subito un amministratore di sostegno.

Le persone hanno un amministratore di sostegno?
Allora queste persone si chiamano: 
beneficiari dell’amministrazione di sostegno.
Beneficiario significa: questa persona riceve qualcosa.
I beneficiari di amministrazione di sostegno
ricevono aiuto da un amministratore di sostegno.
Il beneficiario fa da solo tutto quello che riesce.

 

L’amministratore di sostegno lavora con il beneficiario.
E l’amministratore lavora per il beneficiario.
Il beneficiario dice:
Io vorrei questo.
Io ho bisogno di questo.
L’amministratore di sostegno dice al beneficiario:
Io ho fatto questo.
E insieme dobbiamo prendere queste decisioni.
L’amministratore di sostegno non parla al posto del beneficiario.
L’amministratore di sostegno decide insieme al beneficiario.
L’amministratore di sostegno deve prendere la decisione migliore
per il beneficiario.
E l’amministratore di sostegno deve prendersi cura del beneficiario. 

L’amministratore di sostegno si può occupare di queste cose:

  • Salute del beneficiario.
  • Patrimonio del beneficiario.
  • O della burocrazia.


Salute del beneficiario.

L’amministratore di sostegno e il beneficiario
si occupano insieme della salute del beneficiario.
L’amministratore di sostegno va insieme al beneficiario dal medico o in ospedale.
L’amministratore di sostegno aiuta il beneficiario a prendere delle decisioni.
Per esempio:

  • Quali esami deve fare il beneficiario dal medico?
    Il beneficiario deve fare un’operazione o non deve farla?
  • L’amministratore di sostegno può andare a prendere
    i risultati delle analisi dal medico.
  • O l’amministratore di sostegno può parlare con i servizi sanitari.
    E può aiutare il beneficiario a trovare un posto in una casa di cura.
  • Il beneficiario non riesce più a parlare?
    O il beneficiario non riesce più a decidere da solo?
    O il beneficiario è molto malato?
    Allora l’amministratore di sostegno deve chiedere al giudice:
    Quale decisione prendiamo?


Patrimonio del beneficiario.

L’amministratore di sostegno e il beneficiario
si occupano insieme del patrimonio del beneficiario.
L’amministratore di sostegno non prende decisioni 
senza parlare con il beneficiario.
Così l’amministratore di sostegno sa cosa va bene per il beneficiario.
L’amministratore di sostegno può gestire i soldi del beneficiario.
Per esempio può:

  • Andare a prendere soldi per il beneficiario.
  • Pagare fatture.
  • Fare la dichiarazione dei redditi per il beneficiario.

L’amministratore di sostegno non può prendere decisioni importanti
che riguardano i soldi e il patrimonio del beneficiario.
Per esempio l’amministratore di sostegno non può:

  • Vendere o comprare immobili per il beneficiario.
    Immobili sono case e appartamenti.
  • Accettare un’eredità.
    Ereditare è un’altra parola per: ricevere.
    Per esempio: i genitori di un beneficiario muoiono.
    E i genitori avevano un’azienda.
    Così il beneficiario può ereditare l’azienda.
    L’amministratore di sostegno e il beneficiario
    non possono prendere queste decisioni da soli.
    Quindi l’amministratore di sostegno deve chiedere al giudice:
    Quale decisione prendiamo?


O della burocrazia.
L’amministratore di sostegno si può occupare delle questioni burocratiche.
Questioni burocratiche sono per esempio:

  • Andare al Comune per rinnovare la carta d’identità del beneficiario.
  • Gestire gli immobili del beneficiario.
  • Fare domanda per dei contributi in denaro per il beneficiario.
    Per esempio: fare domanda per l’assegno di cura.
  • Magari il beneficiario ha bisogno di un AltoAdigePass free.
    Allora l’amministratore di sostegno può fare la domanda.
    E poi il beneficiario riceve l’AltoAdigePass free.
    Con l’AltoAdigePass free le persone possono viaggiare gratis con
    l’autobus e con il treno.

L’amministratore di sostegno può avere solo uno di questi compiti.
O l’amministratore di sostegno può avere tanti compiti.

L’amministratore deve scrivere una relazione per il giudice.
Una relazione è un testo.
In questa relazione ci deve essere scritto:

  • Come sta il beneficiario?
  • In cosa do sostegno al beneficiario e come?
  • Come ho usato i soldi del beneficiario?

L’amministratore di sostegno deve scrivere la relazione una volta all’anno. 
In lingua difficile questa relazione si chiama: rendiconto.

A volte l’amministratore di sostegno e il beneficiario
possono avere dei problemi.
L’amministratore di sostegno e il beneficiario
non sono d’accordo su qualcosa?
E l’amministratore di sostegno e il beneficiario
non trovano una soluzione?
Allora l’amministratore di sostegno deve dirlo al giudice.

L’amministratore di sostegno deve lavorare bene.
L’amministratore di sostegno deve lavorare sempre a favore del beneficiario.
E l’amministratore di sostegno deve sempre rispettare le leggi.
Altrimenti il giudice può punire l’amministratore di sostegno.

 

Per fare la domanda Lei deve compilare tanti fogli.
Questi fogli si chiamano: ricorso.
Per fare la domanda Lei deve rispondere a queste domande:

  • Come si chiama Lei?
  • Dove vive?
  • Insieme a chi vive?
  • Lei lavora?
  • Quali disabilità ha Lei?
  • Quali malattie ha Lei?
  • Perché ha bisogno di un amministratore di sostegno?


Per fare la domanda Lei ha bisogno di un certificato medico
o di una relazione sociale.
Relazione sociale significa:
in una relazione sociale degli assistenti sociali scrivono di Lei:
• In che cosa ha bisogno di sostegno?
• Per fare quali cose ha bisogno di un amministratore di sostegno?
• Come vive Lei?
• Lei ha delle malattie?
• E che cosa sa fare bene da solo?

Chi La può aiutare a fare la domanda?
L’Associazione per l’Amministrazione di Sostegno La può aiutare.
Lei può telefonare all’associazione: 0471 18 82 23 2
O Lei può scrivere un’email: info@sostegno.bz.it

Poi Lei deve mandare la domanda compilata al giudice tutelare.
O Lei può anche consegnare la domanda direttamente al Tribunale.
L’indirizzo è:
Tribunale di Bolzano
Cancelleria Giudice Tutelare
Piazza Tribunale 1
39100 Bolzano

 

Il giudice tutelare e i suoi collaboratori si occupano della Sua domanda.
L’ufficio del giudice tutelare si chiama: cancelleria.
Lei viene invitato dalla cancelleria a parlare con il giudice.
Questo appuntamento con il giudice in lingua difficile si chiama: udienza.
Lei non può venire a Bolzano per l’udienza? 
Per esempio perché Lei è in ospedale?
Allora viene il giudice da Lei.

Durante l’udienza il giudice chiede:

  • Quali disabilità o malattia ha Lei?
  • Perché ha bisogno dell’aiuto di un amministratore di sostegno?

E il giudice chiede anche:
Chi deve diventare il Suo amministratore di sostegno?
Anche questa persona deve partecipare all’udienza.

All’udienza devono venire anche:

  • La persona che ha fatto la domanda per l’amministrazione di sostegno.
    Non tutte le persone riescono a fare da sole questa domanda.
    Allora possono fare la domanda per queste persone per esempio:
    • I genitori.
    • Sorelle e fratelli.
    • Il direttore della struttura abitativa.
    • Il direttore dei servizi sociali.
    • O il pubblico ministero.
  • E i famigliari del beneficiario.


Può essere che:
Un’altra persona fa la domanda per l’amministrazione di sostegno per Lei.
Allora Lei riceve una lettera dal giudice tutelare.
Nella lettera Lei trova una copia della domanda e l’appuntamento per l’udienza.

Il giudice ha ricevuto tutte le informazioni necessarie?
E una persona che va bene per Lei può fare l’amministratore di sostegno?
Allora il giudice può nominare l’amministratore di sostegno dopo l’udienza.
L’amministratore di sostegno deve venire al Tribunale per il giuramento.
Giuramento significa:
io prometto di fare bene qualcosa.
L’amministratore di sostegno deve dire davanti al giudice:
Voglio fare bene il mio lavoro per il beneficiario.
Io prometto di rispettare le leggi.
Dopo il giuramento il giudice firma il decreto.
Decreto è un’altra parola per dire: decisione del giudice.
Il decreto è un testo importante.
Nel decreto c’è scritto: 
Da adesso Lei è un amministratore di sostegno.
Quindi dopo il giuramento l’amministratore di sostegno
può iniziare il suo lavoro.

Poi il giudice scrive il decreto di nomina.
In questo testo c’è scritto:

  • Quanto dura l’amministrazione di sostegno?
  • Quali sono precisamente i compiti dell’amministratore di sostegno?
  • Di che cosa si deve occupare l’amministratore di sostegno?
  • Quali decisioni prende da solo il beneficiario?
  • Quali decisioni prendono insieme l’amministratore di sostegno e il beneficiario?
  • Quali decisioni prende da solo l’amministratore di sostegno?
  • L’amministratore di sostegno deve scrivere
    una relazione sul suo lavoro e poi mandarla al Tribunale.
    Quanto spesso deve farlo?

L’amministratore di sostegno non viene pagato per il suo lavoro.
L’amministratore di sostegno può ricevere un’indennità.
Indennità significa:
alcuni beneficiari hanno bisogno di molto sostegno.
E così i loro amministratori di sostegno devono lavorare molto.
Allora questi amministratori di sostegno ricevono dei soldi per il loro lavoro.

L’amministratore di sostegno deve fare domanda al Tribunale
per ricevere l’indennità.
L’amministratore di sostegno non è un famigliare del beneficiario?
E il beneficiario non riesce a pagare l’indennità da solo?
Allora la Provincia di Bolzano a volte dà i soldi per pagare l’indennità.

L’Associazione per l’Amministrazione di Sostegno risponde volentieri
alle Sue domande.
Le collaboratrici fanno consulenze. 
E le collaboratrici Le danno tutte le informazioni che Le servono. 
La prima consulenza è gratis. 
Le collaboratrici dell’Associazione per l’Amministrazione di Sostegno
La possono anche aiutare con la domanda. 
O Lei cerca un amministratore di sostegno?
L’Associazione per l’Amministrazione di Sostegno
conosce molti amministratori di sostegno.
E l’associazione aiuta gli amministratori di sostegno a fare il loro lavoro.
L’Associazione per l’Amministrazione di sostegno La può aiutare se ha
problemi con il Suo amministratore di sostegno.

Lei può telefonare all’associazione: 0471 18 82 23 2
O Lei può scrivere un’email: info@sostegno.bz.it

Anche un’associazione può fare da amministratore di sostegno.
Magari Lei non trova un amministratore di sostegno.
E Lei non ha parenti.
O ha dei problemi con la Sua famiglia.
Allora anche un’associazione può diventare il Suo amministratore di sostegno.
Il giudice nomina l’associazione.
E l’associazione riceve il decreto di nomina.
E le collaboratrici dell’associazione Le danno sostegno.

Alcuni beneficiari hanno malattie gravi. 
Alcune di queste persone non riescono più a parlare.
E a volte queste persone non riescono più a mostrare:
io voglio questo.
L’amministratore di sostegno è importantissimo per queste persone.

L’amministratore di sostegno può prendere decisioni 
sulle terapie che tengono in vita il beneficiario?
Terapie che tengono in vita il beneficiario significa:
alcuni beneficiari sono molto malati.
Per esempio queste persone non possono respirare da sole.
Queste persone possono solo respirare con l’aiuto di una macchina.
L’amministratore di sostegno non può decidere:
adesso bisogna spegnere le macchine che tengono in vita il beneficiario.
Solo il giudice può prendere questa decisione.

Forse il beneficiario ha fatto un testamento biologico.
In un testamento biologico le persone scrivono:
Un giorno divento molto malato?
Allora voglio essere curato così.
E i medici possono farmi queste cose.
E i medici non possono fare queste cose con il mio corpo.
Tutte le persone possono scrivere un testamento biologico.
Un testamento biologico è molto utile.
Lei può scrivere il testamento biologico già adesso
e consegnarlo al Suo comune.
Così poi il giudice e l’amministratore di sostegno sanno bene: 
i beneficiari hanno scritto queste cose. 
Quindi noi dobbiamo prendere queste decisioni.

Può chiedere informazioni all’Associazione per l’amministrazione di sostegno:
Piazza della Vittoria 48
39100 Bolzano
Telefono: 0471 18 82 232 
E-mail: info@sostegno.bz.it
Sito internet: www.sostegno.bz.it

Qui Lei trova più informazioni in lingua facile.